Dopo il successo di “Come individuare il quartiere da dove proviene il Genovese”, non potevo esimermi dal delineare i tratti principali di ogni compagnia di amici, indifferentemente dal loro quartiere di provenienza.

Ogni compagnia di amici Liguri ha i suoi personaggi. Certo, alcuni saranno comuni in altre regioni, ma se leggerete attentamente, potrete notare i caratteri tipici nostrani.
Questa classifica è scritta quasi tutta al maschile per praticità, ma ogni personaggio è valevole per ambedue le “fazioni”.
Immergiamoci subito nella ” tipica cumpa di V.E.L” (qui di seguito un breve menu per andare direttamente al punto che vi interessa, altrimenti continua più sotto!

1- Il Miscio
2- Il Mugugnone
3- Il Tirchio
4- La Shopper
5- Il Silenzioso
6- La Belina
7- Il Social
8- il Casalingo
9- Il SenzaWhats
10- L’Autista


1- Il Miscio
Se sapete cosa significa la parola, starete già pensando al vostro amico, cui si adatta questo appellativo. Il Miscio uscirà sempre senza soldi. SEMPRE. Dalla cena tra “i soliti”, alla partitella di calcetto, allo shopping pomeridiano tra amiche/amici. Spesso abbina una grande capacità di far pena/ridere, quindi non “ti pesa” così tanto, ma a conti fatti lo vorresti grattugiare contro gli scogli di Nervi ogni volta che assume quello sguardo, poiché già sai cosa andrà a chiederti… “Scusa non è che riesci ad anticiparmeli?


2- Il Mugugnone
Si ok, va bene: lo siamo un po’ tutti, ma il soggetto in questione è fenomenale. La tua compagnia vince i biglietti,”a gratis”, per la sera più epica dell’anno? Lui se ne uscirà sicuramente con “belin ma sai quanta gente? immagina la coda! oh bello segnu cao: non fatemi pensare a quanto costerà da mangiare, perché sicuramente da qualche parte ci dev’essere la magagna!“. Avere un mugugnone in gruppo può essere un vantaggio: potrebbe farvi riflettere e smorzare gli entusiasmi sul nascere. D’altro canto potrebbe causarvi una crisi di nervi (il famoso scciopon de fotta!) dopo l’ennesima bocciatura. L’apice lo raggiunge quando esclamate: “allora proponi tu qualcosa” e di risposta lui “ah io non so…“. A questo punto, vi do il via libera: grattugiatelo sugli scogli a Nervi assieme al miscio!




3- Il Tirchio
Eh niente, c’è poco da fare. Non lo fa apposta, ma il tirchio (che non è miscio, attenzione!) vi negherà ogni gioia nelle vostre uscite. “Andiamo a prendere un gelato in Corso Italia?” – “sei pazzo? piuttosto lo prendo io sto pomeriggio in vaschetta dalla Gianna e ce lo mangiamo sulle panchine“… (seguirà il momento in cui vi chiedete: “l’ha detto davvero? me tasto se ghe son“).
O ancora: “stasera serata a ballare?” – ” se va beh! io non caccio 20 dindi per quel remescio di ascelle sudate“.  Spesso finisce per non essere più considerato, ma non temete: continuerà ad aggregarsi comunque alle vostre uscite, senza voce in capitolo.


4- La shopper
Questa categoria, nel genovese quasi esclusiva femminile, ha un’incompatibilità fortissima con il “tirchio“. Logico no? Sempre in prima linea al black-friday, sempre sul pezzo per ogni nuova collezione uscita nelle vetrine di Via XX Settembre. Nel periodo SALDI, osserverà una settimana di preparazione spirituale: anticipando di giorno in giorno la sveglia per essere pronta ai nastri di partenza nel giorno clou. Attenzione! Sono genovesi atipici, per i quali non esiste la parsimonia: vi prenderanno un biglietto solo andata per Staglieno nel caso vi metteste fra Loro ed il LORO futuro acquisto.


5- Il Silenzioso
Ebbene si, in quasi tutti i gruppi d’amici c’è anche Lui. I genovesi, per luogo comune, son silenziosi e chiusi: il silenzioso lo è particolarmente. Ce ne sono due tipi: a) il soggettoso (timido in zeneise) che non parlerà per sua indole e solitamente è uno dei personaggi più generosi nella compagnia, b) il “perfido“. Quest’ultimo non lo noti molto, ma quando emette suono vi farà piegare dalle risate. Spesso osserva, ascolta ed elabora. Non si pronuncia, se non strettamente interpellato, ma quando lo fa: è una sentenza. Occhio: non gliene sfugge una!


6- La Belina
Il giullare. O “fa la belina” o “è una belina“.
Belina ci nasci o lo diventi”, quante volte avete sentito questa frase? Non è mica casuale. La belina è un personaggio immancabile nella compagnia. Spesso, quando non c’è nulla da fare, si finisce per raccontare tutte le sue belinate, appunto, storiche. La vera belina per eccellenza tenterà, in seguito, di giustificare le sue peripezie con scuse campate per aria che alimenteranno le risate già in corso. Attenzione, una belina in gruppo può avere risvolti negativi: vi capiterà, infatti, di raccattarlo una sera si e l’altra pure da qualche parte per i più disparati casini (spesso assurdi).


7- Il Social
Anche un/una Genovese può essere social e, purtroppo, non c’è una via di mezzo: O è troppo-social o è aSocial. Il social-convinto farà almeno un post ogni ora e riceverà 2/3 likes a settimana. Il social-affermato: un post al giorno, sommerso di likes e commenti idioti. Nel caso di un “asocial”: beh, troverete traccia di lui solo cercando sulla vostra rubrica del telefono e, scrittogli un messaggio, vi risponderà con un “chi sei?” siccome non avrà mai memorizzato il tuo numero da anni.


8- Il Casalingo
Di indole il Genovese è “stanco dentro” e, spesso, per fare “un’uscita come si deve”, necessita di grandi prospettive, efficiente organizzazione, probabilità di fallimento serata allo 0,1% e possibilmente tutto “a portata di scooter“. Ci sono però gli estremisti: non li schiodi di casa manco per il compleanno del loro migliore amico/a, figuriamoci per quello dei parenti (tranne quelli che già vivono in casa sua). Ultima apparizione: su Skype, con qualche amico/a preoccupato per la sua salute.


9- Il SenzaWhats
Uozzapp è fulcro di ogni gruppo d’amicizia delle generazioni d’oggi. Il SenzaWhats è quel V.E.L che, nei casi più drastici, non l’ha mai installato o l’ha rimosso (oh me mì!!!). Nei casi più odiosi è colui che: ultimo accesso “ieri alle” e sulla sua app avrà un pallino rosso enorme “99+”. Figgeu è inutile: se lo chiami non risponde, se lo assilli con trenta messaggi monosillaba in 1 secondo, non risponde. Lasciate trascorrere il tempo e, quando si degnerà di prendere in mano quello strumento, chiamato cellulare, vi risponderà con un “ok”. Se poi siete così sfortunati da avere un SenzaWhats-Mugugnone, beh in questo caso, riconsidererei l’amicizia. 😉 Ah, anche il Mugugno Genovese lo puoi trovare sul tuo smarthphone! Abbiamo un canale Telegram (nemico di uozzap). Iscriviti QUI per aver tutto sempre a portata di cellulare 🙂


10- L’Autista
E’ una tipologia di amico straordinariamente rara, su di lui si narrano leggende antiche ed assai confuse. Poche compagnie ne possiedono uno. L’auto: oggetto mistico a Genova. “Raga prendo io la macchina sta sera”… Fammi pensare l’ultima volta che ho letto un messaggio del genere… Niente: Andiamo avanti… È un soggetto amatissimo, solitamente maschile, che ama guidare e non s’innervosisce alla “missionimpossiblericercaposteggio” del sabato sera. Propongo un gruppo su facebook ” Acquisto/ Vendo/ Scambio AMICOAUTISTA” per girarci a turno questo “cuore d’oro” !

Sperando vi sia piaciuta, saluto!

Se vedemmo zueni!

Ah, belin dimenticavo: qui sotto, se vuoi, puoi contribuire anche tu al pagamento del dominio annuale del Mugugno Genovese! Siccome non abbiamo sponsor e siamo troppo “scomodi” perché qualcuno si interessi al nostro sito, abbiamo pensato di aprire una finestra di questo tipo per chi volesse contribuire 🙂