Come molti mi hanno suggerito: creiamo sto BelinBlog e soprattutto una categoria con le Lezioni Serali. Il mio scopo è quello di fare una raccolta di tutto quello che viene pubblicato sulla fanpage. Speriamo di riuscire nell’intento.

LEGGI BENE TUTTO PER CAPIRE DI CHE SI TRATTA.
La rubrica serale “Perché t’impari un po’ di parole cosi quando vieni a trovarci sai come interpretare..”

Partiamo per la prima sera con un classico: “Belin
Questo penso sia l’unico vocabolo che non esige una spiegazione… Sappiate solo che praticamente il 100% dei Genovesi lo usa in modo proporzionale al suo umore. Importante è la fonetica: se pronunciato 1) brillante e veloce significa che l’esemplare ligure è felice-colpito dall’accadimento 2) preceduto da un “eh” – “eehbelin” sta per sopraffazione, resa o affini di fronte ad una “scignurata 3) lento e con particolare concentrazione sulla “E” o la “N” (più solitamente Uomini sulla “E” e Donne sulla “N”) significa che sono a) annoiati b) gli hai scassato la “minchia”=Belin
La parola in questione è, al tempo stesso, emblema della lingua zeneise poichè possiede la qualità di assumere vari significati a seconda del contesto in cui viene usato.



Facciamo un esempio: nella stessa frase, due “belin” ravvicinati, ma completamente diversi:
“Belin, ti m’hæ rotto o belin!” (in questo caso, il primo viene usato come “esclamazione d’apertura, ma differisce, dal secondo, per significato. Il secondo, infatti, si traduce letteralmente). Per quanto riguarda l’intera traduzione della frase, credo non vi serva aiuto 🙂

La cosa bella è anche la grande quantità di modi di dire collegati a questo vocabolo, un classico? “Me ne batto o belin in sci schêuggi!” ed è subito poesia…
Esistono poi tante diversificazioni della parola stessa: Belan, belandi, beliscimu, belinda e a seguire tutte le diramazioni come belino/a, abelinou, abelinato/a ecc che abbiamo elencato QUI, nella “Declinazione del Belin”.

Se ti è piaciuta la lezione metti mi piace alla pagina e seguici! Condividi il BELIN!

13263897_267073796974629_5264012536374841105_n

Ah, belin dimenticavo! Concedetemelo: qui sotto, se vuoi, puoi contribuire anche tu al pagamento del dominio annuale del Mugugno Genovese! Siccome non abbiamo sponsor e siamo troppo “scomodi” perché qualcuno si interessi al nostro sito, abbiamo pensato di aprire una finestra di questo tipo per chi volesse contribuire 🙂

Se vedemmo zueni!