Da anni, ogni tanto, notavo le sue mention e gli rispondevo. Lo rimenzionavo e poco più. Un po’ come faccio con tutti quando ho il tempo di mettermi lì e spulciare la posta!
Col tempo ho notato che ci sono principalmente tre tipi di “followers” del Mugugno. Quelli che ti menzionano in belinate che trovano al supermercato, altri che ti taggano su momenti trash in giro per la città e poi ci sono gli “innamorati“. Quest’ultimi quando mi menzionano nelle stories, trasuda un vero e proprio atto d’amore per Genova (e la Liguria), i suoi panorami o i suoi “scorci” culinari su pesto, focaccia e molto altro!

Nicolò, beh, rientra assolutamente tra gli “innamorati“, senza dubbio alcuno!
L’altro giorno mi raccontano la sua storia… E, così, quel semplice “nametag” virtuale, diventa un piccolo eroe ai miei occhi!


Prima di continuare, se vuoi rimanere sempre aggiornato per tutte le novità che escono su ilmugugnogenovese.it…
Iscriviti al CANALE TELEGRAM UFFICIALE: @ilmugugnogenovese




Lui, pugliese, divide la sua vita tra Bari e il Gaslini di Genova. Ed è proprio durante le sue, purtroppo, infinite visite che cian cianin si innamora del panorama zeneise. Sia dall’aereo che dalle finestre una volta sceso a terra e giunto a destinazione… Come testimonia uno dei suoi video su Instagram!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nicolò Troilo (@nico.18_ge)

E… proprio ieri, tra la pagina del giovatoti e quella dei cantunè de zena, vengo a scoprire della sua storia e del suo amore per Genova!

Che dire Nico? Io ti auguro assolutamente di compiere il sogno e di trasferirti qua!

Per tempra e determinazione sei già sicuramente Ligure dentro… Però, belin a sto punto, devi rispondere alla domanda delle domande: Preferisci la focaccia barese o quella Zeneise? (attento alla risposta eh! 😜 puoi anche rispondere “tutte e due”, perché sotto sotto lo accettiamo, ma non lo diciamo in pubblico!)

Scignoria!