Emmo fæto unna scignurata figgeu! Ben 10 puntate, quando io dopo che scrissi la prima pensai “ora vengo massacrato di critiche” !

scignurataOua stop con le belinate e passiamo al sodo.

Scignurata: sicuramente non sarà in voga ai più, ma tanti lo usano e… spiega quasi sempre al meglio il concetto. In italiano la traduzione è “Signorata” ? Insomma, forse letteralmente, però di sicuro non rende quanto il nostro vocabolo. Diciamo che nel liguaggio odierno è più vicino a “che figata”. Foreste, se hai sentito questa parola in qualche occasione, sicuramente sarai stato di fronte ad un avvenimento o qualcosa di eclatante. Ovviamente anche in questo caso può essere usato sia su più fronti, sia in chiave  ironica che letterale. Spesso quando un V.E.L. usa il termine Scignurata è perchè davvero sente dentro che è il momento giusto. Il sostantivo scignurata non si utilizza cosi a cuor leggero, quindi è prezioso, va meritato.  Un’altra casistica molto frequente è l’utilizzo combinato con “belin” che va a comporre “Belin che scignurata!”, frase esplicativa ai massimi termini che manco o sciu Manzoni.

L’altro lato della medaglia raffigura “Scignurata” usato negativamente, in chiave ironica, per qualcosa di non-fatto o un flop generico. Da pronunciarsi in modo sarcastico e magari con faccia sdegnata. Esempio: “t’è faeto ‘na scignurata” ovvero “ti sei sprecato eh!”

Già, la pronuncia (anche se è inutile come sempre dato che non potete farcela): La u va chiusa, più che potete per poi chiudere lentamente “rata”. Solo cosi potrete godere appieno della potenza di Scignurata.

Curiosità: (non prendetela come certezza, trattasi di una spiegazione a voce, non vi è nulla di scritto a riguardo) Scignurata è un aggettivo che vien fuori da “Scignoria” (tradotto Signoria). Mi è stato raccontato che tanto tempo fa se si salutava qualcuno di importante, o di cui si nutriva rispetto, si usava “Scignoria”.  Si trattava di un “riconoscimento” molto serio e sentito. Da li, quando avviene qualcosa di importante, fatto bene, interessante, l’aggettivo “Scignurata”.

Se vedemmo zueni.