For privacy reasons Facebook needs your permission to be loaded. For more details, please see our Privacy Policy.
I Accept
 

Belin oh ilsecoloxix se n’è uscito con un’intervista allo sciù Borghese.

Ed in questa, vi riporto solo una parte molto interessante:

Le piace la cucina ligure? «Caspita. Dal carciofo di Perinaldo al cappon magro, passando per il pesto di Pra’. Il pesto è un caposaldo, è giusto che si porti avanti l’iter per farlo riconoscere patrimonio Unesco». Non si è stancato della domanda “che cosa cucinerebbe per fare colpo su un invitato?” «Infatti rispondo: “chiedetelo all’invitato”. Cucinare quello che davvero piace a una persona è la chiave di volta, non bisogna arrampicarsi sugli specchi o improvvisare».

Quindi, dopo il National Geographic e la colazione con focaccia nel cappuccio, ora anche lo chef Borghese manda un apprezzamento alla cucina ligure. Forse che qualcuno si sia accorto finalmente che Genova e Liguria sono da valorizzare anziché “nascondere”? Dopo la manifestazione #ORGOGLIOPESTO e la giornata mondiale del pesto genovese al mortaio (dove siamo stati tra gli special guest! 😎 gli autografi dopo 😂) la nostra salsa magica sta facendo il giro del mondo in modo più “genuino” e nel rispetto delle tradizioni. Che sia la volta buona? Certo oh… con tutta sta pubblicità c’è il rischio che arrivino ancor più turisti… noi stiamo bene anche da soli eh, però sicuramente, drento into cheu, siamo tutti un po’ orgogliosi di legger queste cose! Per l’intervista completa sul secolo potete leggerla cliccando direttamente QUI Vi lascio, però, con l’articolo più importante: