Belin ti ho sgamato! Pe piaxei puoi rimuovere Adblock dal sito del Mugugno Genovese? Non lavoro per nessuno ed il sito sopravvive solo così! Sappi che la pubblicità che inserisco qui è TUTTA certificata Google, e questo non vi crea alcun danno o porta alcun virus. (e ci vuole pure parecchio per ottenere questo privilegio da Google) A te non costa nulla e, così facendo, anche a me non costerà... Pe piaxei :) La pubblicità che viene proposta su questo sito cerca sempre di esser attinente ai gusti del visitatore o gli argomenti trattati dal blog, così da non risultare fastidiosa! Grassie!

Lezione Serale #71 – Foresto/Foestê

Lezione Serale #71 Foresto/Foestê
“Perché t’impari un po’ di parole cosi quando vieni a trovarci sai come interpretare..”

Premettiamo ‘nna robba: è un termine italiano! Belin, però, è innegabile come sia utilizzato quasi dalla totalità dalle persone in Liguria. Avremmo potuto utilizzare “Forestiero”/”Turista” (con un po’ di forzatura) e mille altri sinonimi, ma a noi piace così. Ostili già a partire dal vocabolario usato. 😂 Eh sì, stando ad un qualsiasi dizionario italiano, la parola “FORESTO” sta per:

aggettivo e sostantivo maschile
  1. 1.
    aggettivo
    Remoto; disabitato, selvatico; estraneo e ostile.
  2. 2.
    sostantivo maschile
    venet. Forestiero.

Non quindi un aggettivo “friendly”, stando in una terminologia moderna. Ma a noi ci piace, ci piace un sacco. Ecco quindi che veniamo al nostro dizionario Frisoni



Foestê, s.m forestiere || dîlo a amixi e a ___ , comunicarlo a tutti.

Che bello, anche nell’esempio del dizionario c’è questa discriminazione benevola nei confronti dello straniero d’oltralpe ❤ 

Chi ci segue da tanto sa come, nei primi tempi, utilizzavamo sempre il termine “Foreste” (sempre con la maiuscola apposta), italianizzando proprio il termine zeneise, pocanzi letto. Al trecentordicimiliardesimo commento di persone che scrivevano “si dice foresto” mi son reso conto che, per quanto mi sforzassi di ripetermi ogni volta nella spiegazione del termine (inventato), questo non veniva “ricordato” e allora siamo tornati all’italiano “foresto”, classico.

In generale sappiate che, qualora trovaste “Foreste” in qualche vecchio post, è un termine coniato noi nei primi anni di Mugugno.

Pronuncia



Molto semplice: fuestee. Cercando, appunto, di scrivervelo proprio come pronunciato. In generale, in genovese, quando viene posta la famosa “cappelletta” sopra la lettera (l’accento circonflesso), serve per indicare un “soffermarsi” sopra quella lettera. 
Spiegato con i piedi, ma penso renda bene il concetto.

La curiosità di questa lezione serale?

Una raccolta di articoli dove abbiamo parlato del nostro migliore amico:

Infine, se vuoi legger tutte le Lezioni Serali, clicca QUI per andare alla mega raccolta!


Spero vi piacciano le Lezioni Serali… Prima di salutarci, concedetemelo: qui sotto puoi contribuire anche tu per il Mugugno Genovese e premiare il lavoro che ci sta dietro! Non abbiamo sponsor e siamo troppo “scomodi” perché qualcuno si interessi alla nostra iniziativa, quindi abbiamo pensato di aprire una finestra di questo tipo per chi volesse supportarci!
Basta cliccare sul seguente bottone e offrirci una slerfa in tutta sicurezza!


Se vedemmo zueni!


Qui di seguito puoi cercare quello che vuoi sul BelinBlog Oppure se non hai una meta definita, ma non vuoi abbandonarci, ecco qualche articolo che potrebbe interessarti!
By |2018-06-13T18:29:17+00:00giugno 13th, 2018|Lezioni Serali|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.