La Torta Pasqualina

Eccoci alla Pasqualina. Si tratta di una delle specialità;più tradizionali, un autentico Genovesità. Quindi, GialloZafferanno e altre bausciate, sedetevi e leggete con attenzione, che mi son rotto o belin di legger ricette con spinaci e altre abomini simili a rovinar la vera tradizione.


Se vuoi rimanere sempre aggiornato per tutte le novità che escono su ilmugugnogenovese.it
Iscriviti al CANALE TELEGRAM UFFICIALE: @ilmugugnogenovese




Ah, belin dimenticavo! Prima di iniziare, concedetemelo: qui sotto, se vuoi, puoi contribuire anche tu al pagamento del dominio annuale del Mugugno Genovese! Siccome non abbiamo sponsor, per chi volesse supportarci 🙂

Ricetta della Nonna e, in fondo, ricetta dalla Vera Cuciniera Genovese!

(ah dimenticavo: gioia, menamelo pure per le “33 sfoglie” che non ho indicato… ma così è umanamente fattibile. Non tutti sono in grado!)

Ingredienti:

Per il ripieno.

  • 1 cipolla
  • 1 kg di bietole (da tradizione) / per chi preferisce carciofi
  • 6 uova
  • Maggiorana e aglio tritati q.b
  • 70 gr parmigiano grattugiato
  • 0,5 kg di prescinseua / o ricotta (dal gusto meno acidulo rispetto alla tradizionale prescinseua)
  • Sale
  • Burro

Per l’impasto.

  • 3hg di farina 00
  • 3 cucchiaiate olio extravergine
  • Acqua
  • Sale



Cosse da fæ:

  • Versare sulla madia la farina
  • Aggiungere olio ed acqua q.b
  • Impastare fino ad ottenere una pasta elastica
  • Dividere in due panetti ed ungerli con poco olio
  • Lasciarli riposare coperti
  • Preparare il ripieno
  • Tagliare a filetti sottili le bietole lavate
  • Affettare finemente la cipolla
  • In un tegame versare poco olio
  • Stufare la cipolle con le bietole
  • Lasciare raffreddare
  • In una terrina unire le bietole e le cipolle fredde con ricotta, due uova, maggiorana e aglio tritati, parmigiano e sale q.b
  • Stendere il più sottile possibile un panetto di pasta
  • In un tegame rotondo da 24 cm di diametro, unto, adagiare la sfoglia e riempire con il ripieno preparato
  • Scavare 4 buchi nel ripieno appena messo ad uguale distanza fra loro
  • In ogni buco sgusciare un uovo
  • Su ogni tuorlo un pizzico di sale ed un ciuffetto di burro
  • Stendere l’altro panetto di pasta ugualmente sottile
  • Adagiarlo sul tegame e rimboccare i bordi lasciandone aperto un piccolo lembo per soffiare dentro aria così da gonfiare la sfoglia
  • Rimboccare la pasta
  • Ungere la superficie con un filo d’olio
  • Mettere in forno a 180° gradi per circa 30 minuti
  • A cottura ultimata, togliere dal forno e versare un filo d’olio sulla torta (aiuterà il formarsi dell’increspatura tipica)
  • Lasciare raffreddare e sformare la torta.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato per tutte le novità che escono su ilmugugnogenovese.it…
Iscriviti al CANALE TELEGRAM UFFICIALE: @ilmugugnogenovese


Ed ora qui di seguito la ricetta direttamente dalla Vera Cuciniera Ligure ottocentesca di casa mia!


Se vuoi rimanere sempre aggiornato per tutte le novità che escono su ilmugugnogenovese.it…
Iscriviti al CANALE TELEGRAM UFFICIALE: @ilmugugnogenovese