Figgeu poi non dite che noi genovesi siamo tirchi eh! Eccovi tutta la divina commedia (che culo eh) in genovese aggratis!


Se vuoi rimanere sempre aggiornato per tutte le novità che escono su ilmugugnogenovese.it…
Iscriviti al CANALE TELEGRAM UFFICIALE: @ilmugugnogenovese


Ok, anche se Dante ci sta sulle balle visto come ci ha descritti:

„Ahi Genovesi, uomini diversi | d’ogni costume e pien d’ogni magagna, | perché non siete voi del mondo spersi? | Che col peggior spirto di Romagna | trovai di voi un tal [Branca d’Oria], che, per sua opra, | in anima in Cocito già si bagna | ed in corpo par vivo ancor di sopra.“
— CANTO XXXIII, 151 – 157

Oggi è il #Dantedì e allora… perché non farvi conoscere questa incredibile perla?

Breve inquadramento prima di passare alla lettura: di Divine Commedie in GENOVESE ce ne sono ben TRE versioni (dei signori Gazzo, Vigo e Opisso), ma solo una di queste è integrali… appunto quella che troverete qui!

Il confronto tra la versione del Gazzo, quella di Giovan Battista Vigo (1844-1891) e quella di Silvio Opisso (1884-1971) rappresentano tipi di approccio personale al testo dantesco originale. Quella di Gazzo è l’unica in piena aderenza alla forma metrica adottata da Dante: non solo ogni canto è tradotto con lo stesso numero di endecasillabi dell’originale, ma viene anche rispettata la struttura in terzine a rima incrociata. Le altre due… questi aspetti li mandano un po’ a ramengo diciamo. Se vi interessano questi particolari, vi rimando poi ad uno scritto del Professor Toso, QUI. Oua però passiamo alla scoperta della Divina Commedia Zeneise!

Vi ho caricato l’opera nella pagina successiva poiché il “peso” del file era abbastanza elevato per la versione del sito da cellulare. In questo modo potrete visualizzarlo più velocemente!