A FAINÂ!

Chi non conosce la farinata non merita di leggere questo blog. Non merita di esser stato anche solo una volta in Liguria!

Con la Focaccia, il Pesto ed il Sugo di Noci, la Farinata fa parte dei 4 tasselli fondamentali della Zeneixitæ in cucina! Prima di darvi ricetta, foto e video speciale, permettetemi un piccolo quadro storico.

La Farinata ha origini molto antiche, non stimabili. La leggenda narra che sia nata per caso nel 1284, quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia della Meloria. Le galee genovesi, cariche di vogatori prigionieri, si trovarono coinvolte in una tempesta. Nel trambusto alcuni barilotti d’olio e dei sacchi di ceci si rovesciarono, inzuppandosi di acqua salata. Ovviamente è una bella belinata per rendere il tutto più… romantico. Perché belinata? Ci sarebbe altrimenti da chiedersi in che stato psicologico vertevano i nostri comandanti d’allora nel decidere di mandare delle navi da carico contro le galee da guerra pisane… Inoltre, alcuni scritti latini e greci riportano già l’utilizzo di alcuni legumi cotti in forno, quindi è molto probabile che la farinata fosse già conosciuta ben prima del 1200.

Passiamo alla ricetta che almeno quella è reale e gustabile… Ovviamente il forno a legna e il tegame di rame che vedrete nel video sono “lussi” che non tutti hanno la fortuna d’avere per prepararla, ma il risultato può comunque essere egregio con una strumentazione diversa! Sotto il solito “cosse da fæ” beccatevi il video registrato in occasione della XV° edizione della Mangialonga di Fontanegli!

Ingredienti:

  • 3hg di farina di ceci
  • 1 l di acqua
  • Sale
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Pepe

Cosse da fæ:

  • 4 ore prima di infornare mettere in una bacinella la farina di ceci ed aggiungere lentamente l’acqua, sciogliendo gli eventuali grumi che si potrebbero formare.
  • Salare
  • Rimescolare ogni tanto
  • Accendere il grill almeno 20min prima di infornare
  • Ungere la teglia rotonda di rame stagnato (diametro 35/40 cm)
  • Togliere la schiuma che può formarsi sulla farinata da cuocere
  • Versare nel tegame e girarla in modo che l’olio si mescoli al preparato
  • Cuocere fino a che non diventa di colore dorato
  • Servire a piacere con una spruzzata di pepe.

Ora godetevi il video. Forno a legna, teglia di rame stagnato e bacco per girarla. Tutto esclusivamente girato dal M.G alla Mangialonga di Fontanegli!

E se queste parentesi culinarie sul Mugugno ti piacciono, clicca qui per TUTTE LE RICETTE ZENEIXI presenti sul M.G! Inoltre, se ti facesse piacere supportarmi (magari donando una slerfa di focaccia?) ho aperto la seguente possibilità Paypal al 100% sicura! 

Grazie della lettura, della visione e… Buon Appetito!