La data del 25 Aprile è festa nazionale!

Liberazione dell’Italia, arrivo degli Alleati ed il resto è Storia…

Ma conoscete quanto successe a Genova? Spesso studiamo le “cose principali” sui libri di storia, tralasciando a nostra insaputa quelle più interessanti, più incredibili.

Genova, nel 1945, si liberò dall’occupazione tedesca. Da sola. Non dovette aspettare gli alleati, non dovette aspettare i rinforzi, ma solo raggruppare le sue forze e dar vita a quella che fu un’insurrezione autonoma e vincente. Tanto che gli Alleati, al loro arrivo tra il 25/26 Aprile, trovarono la città già illuminata, con tram funzionanti e “condizioni di vita” riassestate (ovviamente per quanto possibile).



Il tutto partì dal 23 Aprile, alle 9 di sera, quando il CLN genovese si riunì per decidere se dare il via all’insurrezione o aspettare. Il Comando germanico aveva fatto sapere al vescovo Siri – e questi a Pittaluga (Taviani) – d’esser disposto a rinunciare alla minacciata distruzione del porto, se il Cln si fosse impegnato a rispettare quattro giorni di tregua ,permettendo all’esercito tedesco una ritirata indisturbata. Resoconto della riunione? I famosi “quattro voti contro due” ed il CLN deliberò l’ordine di insurrezione.

Dal 24 al 25 Aprile si combattè. I primi colpi di fucile intorno alle 4 del mattino del 24 Aprile: era iniziata la liberazione autonoma di Genova. Per 24 ore abbondanti i combattimenti furono senza sosta, liberando passo passo Genova e le vicine zone. Nel frattempo arrivarono notizie anche in quel di Savona, dove insorsero poco più tardi.

Il generale Gunter Meinhold
(Curiosità: Gli ufficiali tedeschi lo cercheranno senza esito in diversi punti della città per eseguire la condanna a morte emessa nei suoi confronti)

Fino all’agognato 26 Aprile, quando il generale Meinhold trasmise l’ordine di resa ai reparti.

La resa di Meinhold



E così, la mattina del 26 Aprile, dalla stazione radio di Granarolo arrivò l’annuncio tramite Radio Genova della capitolazione tedesca: “Popolo genovese esulta. L’insurrezione, la tua insurrezione, è vinta. Per la prima volta nel corso di questa guerra, un corpo d’esercito aguerrito e ancora bene armato si è arreso dinanzi a un popolo. Genova è libera. Viva il popolo genovese, viva l’Italia“.

L’immagine originale della resa, inviataci da Barbara Van Pelt.

Gli Alleati in Piazza De Ferrari

Atto di resa delle truppe tedesche al CLN di Genova.jpg

Di seguito, qui sotto, alcuni titoli di giornale del tempo!