Belin ti ho sgamato! Pe piaxei puoi rimuovere Adblock dal sito del Mugugno Genovese? Non lavoro per nessuno ed il sito sopravvive solo così! Sappi che la pubblicità che inserisco qui è TUTTA certificata Google, e questo non vi crea alcun danno o porta alcun virus. (e ci vuole pure parecchio per ottenere questo privilegio da Google) A te non costa nulla e, così facendo, anche a me non costerà... Pe piaxei :) La pubblicità che viene proposta su questo sito cerca sempre di esser attinente ai gusti del visitatore o gli argomenti trattati dal blog, così da non risultare fastidiosa! Grassie!

Lezione Serale #47 – Ancon d’assæ

LEGGILO TUTTO, TE LO CONSIGLIO.
Lezione serale #47 Ancon d’assæ “Perchè t’impari un po’ di parole cosi quando vieni a trovarci sai come
interpretare..ancondasse

Scignoria, questa volta siamo di fronte ad un moddo de dì e una singola parola. Scelgo di affrontare questa “frase fatta” perché in settimana, proprio su un post del Mugugno, mi è capitato di rileggerla!
Si scrive “Ancon d’assæ” e la traduzione letterale sarebbe “ancor -assai/-abbastanza/-molto“, ma traduzione migliore è sicuramente “meno male / almeno quello“, con significato quasi opposto al maniman (che vi lascio linkato qua: Lezione serale #5 Maniman)!
Si tratta di uno di quei modi di dire molto usati (specialmente anni fa, ora non più cosi in voga) che non hanno una traduzione letterale soddisfacente. Forse la lezione serale più difficile, per me, da spiegarvi! Perchè l’ho accostata al MANIMAN? Molti potranno subito dire “ERESIA!”, ma vi invito a legger bene gli esempi che andrò a fare per cogliere la vera essenza di ANCON D’ASSÆ…
a) Hai visto che davano le multe in Via Roma?Eh, ancon d’assæ che son anæto a piggiâ a macchina! | Meno male che sono andato a prender la macchina! (proprio per evitare la multa)
b) “Mamma ho fatto i compiti oggi!” – “Eh belin, ancon d’assæ!” | Eh, meno male che li hai fatti! / Eh, ci mancherebbe che tu non li avessi fatti!
Questi due semplici esempi vi dan l’idea di come “Ancon d’assæ” sia un moddo de dì che può esser usato in più frangenti. A questo punto: non vi sembra l’opposto del maniman? La traduzione più o meno è la mexima, però ha una sottile differenza di fondo.
– Maniman viene usato più “accorto”, in piena filosofia zeneise: “non facciamo sta cosa, sia mai che ci rimetta…” Una sorta di invito alla prudenza…
– Ancon d’assæ, invece, viene usato sia per il classico: “per fortuna!”, ma anche per: “eh, era scontato/doveroso!”
. Quindi, potremmo dire in generale, preferito per un argomento più serio, meno da scherzarci su.

È difficile spiegarvi un concetto così libero e particolare, completamente legato all’interpretazione che vuole farne il VEL, ma spero d’esserci riuscito…
Mi direte voi: Ancon d’assæ che ti sei riuscito a spiegare, altrimenti cosa scrivi ancora a fare le lezioni serali?

Se vedemmo zueni!

By |2017-01-11T18:59:54+00:00Gennaio 11th, 2017|Lezioni Serali|0 Comments

About the Author:

Fondatore della pagina Facebook Il Mugugno Genovese e del sito ilmugugnogenovese.it

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Qui di seguito puoi cercare quello che vuoi sul BelinBlog Oppure se non hai una meta definita, ma non vuoi abbandonarci, ecco qualche articolo che potrebbe interessarti!