Ebbene si, pare che finalmente ci siamo. Non so da quanto tempo, periodicamente, salta fuori questa notizia. Mai nulla di concreto alla fine, ma pare che stavolta sia quella buona. Il Municipio del Medio Levante e la Pro Loco di Boccadasse, avevano presentato la domanda anni fa, ma la documentazione andava “migliorata”. Così, con gli ultimi accorgimenti, anche la giunta comunale ha dato il via libera all’operazione che potrebbe portare il borgo a diventar un Bene dell’Unesco. Uno degli ultimi atti dell’amministrazione Doria che andrà poi portato a Roma dal nuovo sindaco imminente.

Magari alcuni di voi si chiederanno: E se diventasse Unesco, che ce ne facciamo?

Vista la forte tendenza storica che abbiamo a distruggere le cose che abbiamo in casa (ahimè), potrebbe essere una garanzia di conservazione, nonché un incremento di “fama” e turismo. Si, perché possiamo far gli ostili quanto vogliamo, ma Boccadasse inserita nei beni Unesco potrebbe essere un toccasana per Genova e per il quartiere stesso che, sicuramente, vedrebbe dei miglioramenti e salvaguardie importanti per quanto riguarda il suo “aspetto” e la sua “accessibilità”. In pratica, potremmo garantirci che le “cose restino così come sono“. Riuscire a conservare quella sensazione del “tempo che si è fermato” che ci pervade quando mettiamo piede a Bocca!

Mica male no? Visto i recenti obbrobri costruiti poco sopra la parte storica (si dai, li abbiamo visti tutti quei piccoli rumentosi condomini metallici con giardinetto), avevo già iniziato a temere la “contaminazione” della modernità in un luogo “sacro”. Forse, e dico forse, potremmo mettere un enorme lucchetto su Boccadasse in anticipo. Speremmo!



E poi vuoi mettere? Da piccolo andavi a Boccadasse per un gelato, un bicchiere di qualcosa o per una cena. Ricordi indelebili che possiamo continuare a rivivere grazie alla conservazione stessa del quartiere. E se tra tanti anni, questi ricordi, potessimo ancora riassaporarli intatti com’erano quando eravamo zuenotti? Un fascino nostalgico moltiplicabile all’infinito…

Un fascino che si prolunga da secoli. Avete mai provato a cercare una foto “antica” di Boccadasse? Tanti, per pigrizia, no. Si recano in quest’angolo magico senza farsi alcuna domanda, ma solo per rifarsi gli occhi. Vi levo la curiosità io e, se non ce l’avete, ve la levo lo stesso. Ci sono cose che non si possono non scoprire, avendone l’occasione!

Una vista… a noi molto conosciuta, oltre 100 anni fa…

Uno scorcio aereo!

Quando ancora era un borgo solo di pescatori



Che fine ha fatto il poggioletto?

Correva l’anno 1920

Ah, belin dimenticavo! Prima di salutarci, concedetemelo: qui sotto, se vuoi, puoi contribuire anche tu per il Mugugno Genovese! Non abbiamo sponsor e siamo troppo “scomodi” perché qualcuno si interessi alla nostra iniziativa, quindi abbiamo pensato di aprire una finestra di questo tipo per chi volesse supportarci!
Basta cliccare sul seguente bottone e offrirci una slerfa in tutta sicurezza!

Immagine copertina di Sofia Pozzoli

Se vedemmo zueni!